Samurai

Heiho no hioshi no koto

Il ritmo in heiho

C’è il ritmo in ogni cosa. Ma in Heiho* il ritmo non può essere padroneggiato senza una vasta esperienza pratica.

E’ chiaro a tutti che nella Via della danza e in quella dei suonatori di strumenti a fiato e a corda esiste un ritmo che governa la buona esecuzione. Anche nelle discipline guerriere esiste il ritmo e un tempismo nell’azione di archi e archibugi e nelle cariche di cavalleria. In ogni destrezza e abilità esiste un ritmo.

Questo ritmo esiste anche nella mente vuota di un guerriero. Il bushi trova il ritmo dell’azione nella riuscita come nel fallimento, nel raggiungere l’obiettivo come nel mancarlo (nel suo fiorire e declinare, nell’armonia e nella discordia). Tutte le cose implicano un tempo per crescere e uno per ritirarsi : anche nella Via del commerciante c’è un ritmo nell’arricchire e nel perdere il capitale. Devi sensibilizzarti su questa idea; il momento in cui le cose progrediscono e quello in cui vanno male deve essere avvertito e compreso. Vi sono diverse considerazioni da fare al proposito in Heiho. All’inizio la cosa più importante è conoscere il ritmo giusto e distinguerlo da quello che non è adatto, prendendo in considerazione l’importanza dei particolari, il momento giusto per agire, le distanze, le difficoltà dell’ambiente : insomma, tutto ciò che potrebbe interferire col risultato. La tua conoscenza di Heiho non sarà valida finché non capirai che il ritmo con cui vuoi vincere deve sovrapporsi armonicamente a quello dell’avversario.

Heiho riserba la vittoria a chi combatte comprendendo il ritmo del nemico, a chi lo attacca senza farsi anticipare e a chi conosce cos’è il “ritmo del vuoto”.

Il ritmo è l’argomento principale in ciascuno dei miei cinque libri. Studia con amore quanto ho scritto : è molto importante applicarsi a questo.

La Via di Heiho prescritta nella mia scuola allargherà la tua conoscenza ed è questo il segreto per cui Heiho è il tutto e anche ciascuna delle sue parti. Per la prima volta questo appare scritto nei cinque Libri, della Terra, dell’Acqua, del Fuoco, dell’Aria e del Vuoto. Colui che desidera dedicarsi a studiare il mio Heiho, deve attenersi a quanto segue :

  1. non coltivare cattivi pensieri
  2. praticare costantemente la via di Niten, ichiryu
  3. interessarsi attivamente alle altre Vie
  4. conoscere le varie professioni
  5. rispettare gli affari commerciali degli altri
  6. sviluppare il giudizio intuitivo e la comprensione
  7. intuire le cose che non si vedono
  8. essere accurato anche nelle inezie
  9. non impegnarsi in operazioni inutili

Si pratica Heiho portando nel cuore questi principi generali: non è possibile diventare un esperto senza riconoscere la Verità grazie ad un nobile carattere. Imparando e realizzando questo Heiho non si conoscerà la sconfitta anche davanti a venti, a trenta avversari. Puoi credere che, se ci si dedica con tutte le energie ad Heiho e con tenacia si persegue la Verità, si sarà in grado di vincere materialmente e di essere naturalmente superiori; che quando il corpo sarà pienamente addestrato con l’esercizio sarà anche fisicamente superiore; e ancora : che con uno spirito disciplinato, si avrà in più la superiorità psicologica.

Ancora, quando praticherai Heiho ad un certo livello, probabilmente avrai validi uomini sotto di te e li impiegherai ragionevolmente, avrai buona cura di te stesso, governerai una terra, ti prenderai cura della gente e porterai ordine ovunque. Da tutte queste occupazioni trarrai la sensazione di non poter essere battuto, di diventare sempre più forte, di accrescere il tuo buon nome. Questa è la ricompensa che ti riserba Heiho.

Nel dodicesimo giorno del quinto mese del secondo anno di Shoho.

A Terao Magonojo,

 Shinmen Musashi

*Heiho è la Via della casta guerriera. Il comandante è colui che deve specificamente metterla in pratica, ma anche il semplice soldato deve comprenderla.

Fonte : “Il libro dei cinque anelli” – Miyamoto Musashi – ed. Oscar Mondadori

* * *

Forse potrebbero interessarti anche...