Vivicittà UISP

(AGI) – Roma, 15 apr. – Il vincitore della prova romana di Vivicittà è il marocchino Morad Zelmat. L’atleta africano ha coperto i 12 chilometri del percorso, (un circuito con partenza e arrivo al Circo Massimo e che ha visto gli atleti transitare alla Bocca della Verità, in via dei Cerchi, piazza Venezia, via dei Fori Imperiali e via di San Gregorio) in 36 minuti e 21 secondi. Alle sue spalle sono giunti Marcello Capotosti (36’26’) e Giorgio Calcaterra (36’42’). Tra le donne la vittoria è andata alla polacca Eva Woijcszek con il tempo di 44’07’. Questa mattina alle 9,30 al via della gara competitiva, dato dal presidente nazionale Uisp (Unione italiana sport per tutti) Filippo Fossati, c’erano circa 1500 atleti e Andrea Novelli, presidente dell’Uisp Roma, sottolinea l’importanza dell’evento e il successo della manifestazione. “La giornata è andata molto bene – ha detto Novelli – e la partecipazione è stata maggiore di quanto avevamo preventivato: ci sono state anche persone che nel vedere il transito del serpentone di atleti si sono unite improvvisandosi corridori”.

A gara conclusa, sul palco delle premiazioni, allestito al Circo Massimo, si è svolta una dimostrazione di Gatka, l’arte marziale indiana dei Sikh: tre uomini e tre donne hanno simulato un combattimento con spade, bastoni e scudi.

Sempre al Circo Massimo, sul lato del catino sottostante il Colle Palatino, sono stati allestiti otto campi da minivolley per la seconda delle cinque tappe di ‘Trova Volley’, trofeo per bambini dai 6 ai 12 anni organizzato dalla Lega Pallavvolo dell’Uisp e collegato per l’occasione a Vivicitta’. A partecipare al torneo circa 350 bambini, accompagnati dai genitori che affollavano i bordocampo, che hanno formato 73 squadre, ciascuna composta da tre elementi, in rappresentanza di 15 societa’ della capitale.

(Fonte Articolo: AGI – Agenzia Italia) Quotidiano On Line AGI – Agenzia Italia

* * *

Forse potrebbero interessarti anche...